Hosting WordPress

Migliori hosting WordPress

Ora che sai a cosa serve un hosting (se ancora non lo sai clicca qui) è il momento di andare a scovare il migliore che fa al caso tuo. In questo articolo troverai una guida pratica su come ottenerlo e tutto il necessario per orientarti tra i vari provider.

Il fornitore italiano che mi sento di consigliarti mi è piaciuto molto, sopratutto per la disponibilità che hanno avuto gli assistenti nel momento in cui ho avuto delle difficoltà.

ServerPlan

Tariffe hosting ServerPlan

ServerPlan offre davvero numerose possibilità, ognuna con le sue caratteristiche specifiche. Volendo proprio risparmiare puoi aprire il tuo sito anche con il piano StarterKit, che aggiungendo l’IVA si aggira intorno ai 30€, ma prima di fare la scelta è bene leggere attentamente i dettagli sotto riportati. Ad esempio se prevedi che il tuo sito avrà parecchie visite ti conviene optare per una soluzione un pochino più dispendiosa ma che garantisce prestazioni ottimali.

Onestamente ti dico che anche io ho deciso di spendere meno per avidità all’inizio, ma poi mi sono reso conto che forse ho sbagliato. La cosa che in particolare mi ha creato maggior disturbo è che con lo StarterKit non si possono installare i sistemi di gestione dei contenuti in automatico, sebbene non lo avessi visto scritto da nessuna parte. Alla fine era venuto fuori che ci si poteva arrangiare ugualmente, soltanto che la procedura risulta parecchio più complicata.

In conclusione credo che la scelta migliore che si adatta alla maggior parte delle esigenze sia il piano StartUp, ma comunque non sentitevi troppo condizionati dal mio parere personale.

Il nome di dominio

Resgitrazione del dominio

Nel momento in cui procedi con l’ordine il primo step da completare è la scelta del nome di dominio, ossia dell’indirizzo che vuoi per il tuo sito. Occhio che il nome in questione potrebbe non essere disponibile, quindi dovrai verificarlo inserendo nel box di testo la tua idea. Una volta trovato quello giusto potrai quindi procedere.

Servizi aggiuntivi

Servizi aggiuntivi dell'hosting

Di serie viene fornito soltanto lo spazio per contenere le tue future pagine web, ma esistono anche altri servizi che potrebbero essere utili. Ad esempio puoi aggiungere una casella di posta con estensione che sarà uguale al nome del dominio. Se per ipotesi tu avessi acquistato mariorossi.it, avresti a disposizione una mail del tipo xxx@mariorossi.it.

Esistono anche dei sistemi di sicurezza aggiuntivi chiamati Certificati SSL, che permettono di crittografare la connessione, ma a mio parere sono davvero inutili quelli a pagamento visto che questa operazione può essere fatta anche in maniera gratuita.

Terminata la personalizzazione ti verrà mostrata una pagina dove inserire i tuoi dati, per poi scegliere il metodo di pagamento che preferisci.

La gestione dell’hosting

Dopo qualche minuto dal termine della procedura avrai accesso alla tua area personale con le credenziali che hai impostato precedentemente, e sulla sezione ordini avrai una pagina del genere.

Pannello di controllo dell'hosting

All’inizio dovrai usare un programma chiamato cPanel, incluso nell’hosting, che ti permette di installare il sistema di gestione dei contenuti, nello specifico WordPress. Nel mio caso i dati per accedervi non sono arrivati in automatico e ho dovuto farne richiesta cliccando il pulsante Cambio password cPanel/FTP.

A questo punto ti sarà inviata una mail con delle altre credenziali, diverse da quelle che hai scelto in fase di acquisto, che dovrai usare per accedere al pannello con l’apposito link.

cPanel di ServerPlan

Qui è necessario premere su WordPress nella sezione Web Applications e avrai una pagina come questa.

Intallazione di WordPress

Prima ti dicevo che ero stato tirchio, acquistando il piano meno costoso, e il risultato si può intravedere da qui. La scritta in rosso riporta appunto che il mio account non è abilitato alle installazioni automatiche, e per risolvere il problema bisogna quindi optare almeno per il piano StartUp.

Una volta installata l’applicazione avrai quindi tutto il necessario per cominciare ad inserire i tuoi contenuti personalizzati. A tal proposito ti invito a dare un’occhiata al prossimo articolo, in cui spiego proprio come fare!

Creare una pagina per WordPress

1 commento

  1. Veramente un bel articolo che spiega nel dettaglio la procedura per ottenere un hosting, con cui sono riuscito ad aprirmi un sito in autonomia. Grazie Davide!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *